#Adiposità, #ritenzione, #cellulite, #bellezza 11/06/18 18.09

Intralipoterapia: addio adiposità localizzata

intralipo_hubspot

L'intralipoterapia è una tecnica di infiltrazione utilizzata per il trattamento delle adiposità localizzate. Si inietta nel tessuto adiposo sottocutaneo una specifica soluzione, che permette la lisi degli adipociti, ovvero la loro dissoluzione, e quindi una riduzione volumetrica delle cellule adipose. Se volete liberarvi degli accumuli di grasso senza ricorrere al bisturi, questo è il trattamento che fa per voi!

In che cosa consiste

L' intralipoterapia è una delle tecniche non chirurgiche più efficaci per il trattamento delle adoposità localizzate, nelle zone più critiche del corpo, come fianchi, addome, e coulotte de cheval. Consigliata per quelle persone che non vogliono, o non possono sottoporsi ad un intervento di lipoaspirazione per vari motivi, oppure in alcuni casi si ricorre a questa tecnica dopo l'intervento chirurgico per mantenere o perfezionare i risultati. Le adiposità localizzate sono quegli accumuli di grasso che, nonostante una corretta alimentazione abbinata a dello sport, tendono a permanere, e laddove altre terapie falliscono, l'intralipoterapia costituisce una valida risposta. I principi attivi liposolubili presenti nella soluzione, stimolano la distruzione delle cellule di grasso, agendo direttamente dall'interno, per poi essere riassorbite dall'organismo. Inoltre l'intralipoterapia aiuta a tonificare il tessuto, così che la zona trattata non appaia svuotata. Non è una soluzione alternativa alla lipoaspirazione nel caso di concentrazioni adipose diffuse e importanti, come sovrappeso e obesità, se non dopo aver seguito una dieta controllata.

Come si svolge e quante sedute sono necessarie

Il trattamento avviene in ambulatorio, senza bisogno di anestesia, e si procede iniettando la soluzione attraverso  una tecnica ben precisa che prevede infiltrazioni con apposito ago, effettuate attraverso la tecnica a ventaglio, diminuendo così i punti di accesso necessari, con conseguente riduzione del trauma. Il processo di distruzione delle cellule avviene in modo progressivo, sono necessarie quindi più sedute, a distanza di 40 giorni l'una dall'altra, in base alla zona da trattare e allo spessore del tessuto adiposo. Le tempistiche e le sedute necessarie possono variare da persona a persona. Per aumentare l'efficacia, e in casi particolari in cui si vuole migliorare il tessuto cutaneo, è consigliabile, successivamente al trattamento, sottoporsi a sedute di massaggi drenanti.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Si tratta di una procedura delicata, dunque come accorgimento è fondamentale rivolgersi a mani di un medico esperto, che abbia ricevuto un'adeguata formazione per agire in totale sicurezza.

L'intralipoterapia è generalmente ben tollerata, e gli effetti collaterali sono minimi: è possibile avvertire un leggero senso di bruciore nella zona trattata, con comparsa di ecchimosi, che si risolveranno nell'arco di pochi giorni.

 

condividi
Commenti

Articoli recenti